Tempo di lettura: 2'30''

Ti sei allenato tanto in vista delle prime sciate ma ti rendi conto che manca ancora qualcosa, ti senti instabile, magari solo da un lato; cosa potresti aver dimenticato di allenare?

 

Forse ti manca un po’ di equilibrio: qualità che è sempre fondamentale in qualsiasi sport tu faccia, ma nelle discipline dove è presente lo scivolamento su una superficie scivolosa condurre due “sciabole” sotto i piedi non è facile.

Come puoi recuperare e lavorare sull’equilibrio?

Possiamo svolgere delle esercitazioni prima sull’equilibrio statico e poi dinamico.

Ovviamente cominciamo da quello più facile, quindi iniziamo a migliorare il nostro equilibrio statico facendo questa sequenza di esercizi:



PRIMO ESERCIZIO

Appoggio monopodalico (solo un piede in appoggio) con l’arto non in appoggio flesso di 90° al ginocchio. Arti superiori distesi lungo i fianchi e cerchiamo di non appoggiare mai il piede sospeso.

Tenere la posizione 30 secondi per 4 serie.

In fase avanzata possiamo farlo anche ad occhi chiusi.



SECONDO ESERCIZIO

Mettersi nella posizione dell’esercizio precedente, ma con l’arto superiore opposto al piede in appoggio ed effettuare delle circonduzioni dell’arto superiore sia in avanti che indietro.

 


Fatto questo passiamo poi ad allenare l’equilibrio dinamico facendo questa sequenza di esercizi.


TERZO ESERCIZIO

Sempre in appoggio monopodalico e mani ai fianchi con l’arto inferiore opposto andare avanti, sinistra, destra e dietro sfiorando il terreno con il piede; il tutto va fatto senza farlo appoggiare completamente e senza perdere l’equilibrio. Farlo con entrambi i piedi.

Tenere la posizione  30 secondi per 4 serie.

 



QUARTO ESERCIZIO

Eseguire degli affondi sul piano sagittale molto lentamente con le mani ai fianchi e continuare ad andare avanti e indietro. Dopo 10-12 volte possiamo cambiare lato. 

Questo esercizio possiamo svolgerlo anche con gli occhi chiusi ed eventualmente con una bacchetta lunga due metri oppure slash pipe sopra il capo come vediamo nella foto seguente.



QUINTO ESERCIZIO 

Camminare con un piede davanti all’altro su un quadrato (1mx1m alto 0,5m) senza guardare i piedi e senza mai appoggiare i piedi sugli spigoli, ma solo sui lati del tappeto. Esercizio da svolgere sia in avanti che in dietro.


SESTO ESERCIZIO

In piedi in appoggio monopodalico, arti superiori distesi sopra – di fianco  al capo impugnando alle estremità una bacchetta di circa 1,30 cm estendere un’arto inferiore per dietro – alto durante la flessione avanti del tronco. Guardare verso il pavimento. 

Mantenere la posizione con il corretto allineamento di tutti gli arti e del tronco immaginando di disegnare una “T” perfetta come nella foto seguente.

Se la posizione è difficile è possibile flettere il ginocchio dell’arto a terra.

Tenere la posizione  30 secondi per 4 serie.

Cominciamo da questi e vediamo come va!

Buon lavoro e… non cadere!

Inserisci un commento