Tempo di lettura: 2'
equilibrio-a-tutte-le-stagioni

La stagione sciistica si sta concludendo. Durante l’inverno hai pensato principalmente a sciare, ti sei allenato sulla forza e la resistenza superando tutte le gobbe, e facendo pieghe fantascientifiche, ma magari hai tralasciato gli aspetti base dell’allenamento come l’equilibrio statico. Quindi il tuo piede, dopo mesi chiuso negli scarponi da sci, prima di rimettere le scarpe da MTB o da corsa deve ri-allenarsi nei movimenti specifici di questi sport, per questo devi ri-svegliarlo.

Devi correre subito ai ripari per quanto riguarda l’equilibrio statico!

PRIMO ESERCIZIO 

Appoggio monopodalico (solo un piede in appoggio) con l’arto non in appoggio flesso di 90° al ginocchio. Arto superiore sinistro che esegue delle circonduzioni avanti mentre il braccio opposto le esegue nel senso contrario (indietro). Cerchiamo di non appoggiare mai il piede sospeso.

Tenere la posizione 30 secondi per 4 serie.

In fase avanzata possiamo farlo anche ad occhi chiusi.

 

 

 



SECONDO ESERCIZIO

Partendo dalla posizione dell’esercizio precedente muovere l’anca in abduzione e adduzione (fuori-dentro), mentre con l’arto superiore rimaniamo con le mani lungo i fianchi.
Tenere la posizione 30 secondi per 4 serie.
 In fase avanzata possiamo farlo anche ad occhi chiusi.


 

 



TERZO ESERCIZIO

Eseguire degli squat in appoggio monopodalico (solo un piede in appoggio) cercando di appoggiare degli oggetti sul pavimento, impilali uno sopra l’altro come una torre senza farli cadere e senza appoggiare i piedi per terra.
Costruire la torre per 40-50’’, e ripetere l’esercizio cambiando il piede d’appoggio.



QUARTO ESERCIZIO

Rimanere in appoggio sulla fit-ball vicino a una parete o ad un appoggio stabile. La posizione va mantenuta per 30-40”, se possibile cominciare a muovere le braccia, per esempio potremmo giocare con una pallina da tennis facendocela passare da una mano all’altra, senza farla cadere.



Cominciamo da queste vediamo come va!

Buon lavoro e…non cadere!

Inserisci un commento